Il magico mondo dei sogni lucidi


Introduzione all’onironautica, ovvero l’arte di pilotare i propri sogni

Ehi, sei un sognatore? Ormai non se ne vedono quasi più, è un periodo duro per i sognatori. Dicono che il sogno è morto, che nessuno sogna più, ma non è morto, è stato solo dimenticato, rimosso dal nostro linguaggio. Nessuno lo insegna così nessuno sa che esiste.

Waking Life

L’arte del sogno lucido è vecchia come il mondo. Gli antichi sciamani ritenevano che i sogni lucidi fossero una chiave per accedere a realtà ignote ai nostri cinque sensi e che esistessero molti mondi sottili, paralleli e sovrapposti a quello fisico che tutti noi conosciamo. Per molte culture aborigene i sogni erano un ponte per l’anima, un passaggio verso realtà superiori, ed essere in contatto con il proprio mondo onirico equivaleva ad essere in contatto con la propria anima.

La capacità di pilotare i propri sogni rientra senza dubbio tra le facoltà magiche dell’uomo. L’universo poetico dei nostri avi aveva permesso loro di vedere nei sogni un passaggio verso mondi paralleli: noi chiaramente non siamo in grado di collocare questi mondi in una dimensione fisica, ma possiamo presumere che si tratti della nostra psiche. E i sogni lucidi da parte loro possono diventare un’ottima occasione per infrangere le barriere dello spazio-tempo ed esplorare un’universo sconfinato che ci appartiene intimamente.

Che cosa sono i sogni lucidi?

I sogni lucidi sono dei sogni in cui il sognatore è consapevole di sognare. In altre parole, si tratta del fenomeno di prendere coscienza durante il sogno del fatto di stare sognando, e della capacità di muoversi coscientemente all’interno del sogno che si sta facendo. Si tratta di un’esperienza fantastica, travolgente, a tratti terrificante, che permette al sognatore di avere accesso ad energie nuove e spesso straordinarie.

Tuttavia solo a poche persone è dato di fare esperienza di un sogno lucido in modo naturale e spontaneo. Nella quasi totalità dei nostri sogni, infatti, siamo del tutto inconsapevoli del fatto di stare sognando. A questo riguardo, è bene sapere che la capacità di diventare lucidi in sogno può essere sviluppata ed allenata attraverso il ricorso a specifiche tecniche di induzione del sogno lucido. Inoltre, è opportuno ricordare che nei nostri sogni è possibile sperimentare diversi gradi di consapevolezza e lucidità.

Il livello di consapevolezza più basso è quello in cui il sognatore non è cosciente del fatto di stare sognando. Si passa poi ai sogni in cui il sognatore acquisisce una lieve lucidità, ma non è in grado di prendere decisioni o agire sul sogno stesso, per arrivare a quei sogni in cui il sognatore è pienamente consapevole di stare sognando e ha padronanza su diversi elementi del sogno e sul suo svolgimento. A partire da quest’ultimo stadio possiamo parlare di sogno lucido vero e proprio.

Ma è davvero possibile?

Mi trovo all’uscita di un edificio e mi accorgo di stare sognando. Sono lucido e posso governare i miei movimenti in sogno. Mi faccio prendere dall’ansia, perché ho il timore di perdere la mia consapevolezza. Allora per stabilizzare il sogno faccio una piroetta, e mi vengono le vertigini… Tutto è così reale! Mi rendo conto che di fronte a me c’è una spiaggia e più oltre il mare. Scelgo di tuffarmici dentro. Per mantenere la mia lucidità grido: aumento di lucidità! Una volta in acqua decido di andare a fare visita a una strega in grado di darmi una pozione per acquisire determinate qualità e virtù nel mondo della veglia (forse si tratta di “fortuna liquida”, ma non ricordo bene). Completamente immerso in acqua, comincio la mia ricerca. Il fondo marino adesso ha assunto l’aspetto delle scuole medie che ho frequentato da bambino. Galleggio per i corridoi dell’edificio, finché non trovo il luogo prestabilito. Ed è così che entro in contatto con una strega del mio mondo onirico. La strega prepara una pozione densa di colore rosso intenso, ma non è quella di cui io ho bisogno. Glielo faccio notare. Lei annuisce sorridendo e mi dice che lo sa. Le dico di fare in fretta perché il mio sogno sta per terminare. Lei allora mi porge una pozione color senape in cui dice di aver inserito le virtù di cui sono alla ricerca. Bevo la mia pozione tutto d’un fiato e mi ritrovo sveglio.   

Prendere coscienza dello stato onirico

Bisogna trovare il proprio sogno perché la strada diventi facile.

Hermann Hesse

Abbiamo accennato al fatto che in sogno è possibile fare esperienza di diversi gradi di lucidità e consapevolezza. I sogni lucidi sono quelli in cui abbiamo padronanza su diversi elementi del sogno e sul suo svolgimento. Abbiamo inoltre detto che la capacità di fare sogni lucidi può essere opportunamente allenata e sviluppata attraverso il ricorso a specifiche tecniche di induzione del sogno lucido.

Ora, le tecniche per diventare lucidi in sogno sono davvero molte e assai diverse tra loro: si parte dall’assunzione di determinate erbe in infusione, per arrivare all’esecuzione di alcuni gesti rituali prima di adormentarsi o in fase di risveglio. Per ragioni di brevità, mi limito qui a citare solo alcune tecniche che possono essere praticate insieme o singolarmente, e che considero di estrema efficacia. Permettetemi di essere schematico.

1. Tenete un diario dei sogni

Gli onironauti più esperti raccomandano di tenere un diario dei sogni da compilare ogni mattina al risveglio. La naturale conseguenza di questa pratica è il fatto di dover ricordare i sogni fatti durante la notte, e ciò per molti è una sfida. Io personalmente non ho tempo di registrare tutti i sogni fatti la notte precedente, per cui mi limito ad appuntare solo quelli che considero più interessanti. E’ comunque indubbio che la scelta di trascrivere quotidianamente i propri sogni su un diario, almeno per i primi tempi, può rivelarsi una pratica di estrema utilità. Se non altro perché abitua a prestare maggiore attenzione alla propria vita onirica.

2. Effettuate i test di realtà

Passiamo oltre. I test di realtà sono una delle techiche di induzione del sogno lucido di maggiore efficacia. Si tratta di gesti convenzionali che utilizziamo per capire se stiamo sognando o meno. Per alcuni può trattarsi dell’atto di guardare il palmo della propria mano destra, per altri invece della lettura dell’ora su un orologio digitale. Tutte le volte che si esegue un test di realtà è opportuno domandarsi: sto sognando? tutto questo è reale? Perché siano efficaci i test di realtà devono essere eseguiti con una certa costanza, durante la normale vita di veglia. Ciò permetterà al sognatore di prendere coscienza dello stato onirico mentre sta sognando.

3. Praticate l’induzione per risveglio e addormentamento

Tecnicamente, questa pratica si chiama WILD, ovvero wake initiated lucid dream. Consiste nel puntare la sveglia qualche ora prima del solito. Una volta suonata la sveglia bisogna rimanere alzati per trenta minuti circa, trascorsi i quali si può tornare a letto. A questo punto dovreste essere in grado di entrare in un sogno lucido direttamente dallo stato di veglia, consapevoli della transizione che avviene verso il sogno.

4. Formulate l’intenzione di diventare lucidi in sogno

E’ così che io ebbi la mia prima esperienza di sogno lucido: formulando la ferma intenzione di acquisire consapevolezza e lucidità in sogno. Una volta a letto, oppure più volte durante il corso della giornata, è opportuno formulare la propria intenzione nei seguenti termini: io voglio fare un sogno lucido; io voglio rendermi conto di stare sognando; questa notte io sarò consapevole di stare sognando, mi accorgerò di sognare. 

5. Leggete un libro sui sogni lucidi

Qualche consiglio? Un libro molto carino in cui mi sono imbattuto di recente è L’arte di vivere i sogni: come diventare un sognatore lucido scritto da Dylan Tuccillo, Jared Zeizel e Thomas Peisel. Ma ne esistono molti altri ugualmente validi. Per gli amanti dei classici consiglio la Divina Commedia di Dante Alighieri. In alternativa potete anche leggere Psicomagia di Alejandro Jodorowsky e L’arte di sognare di Carlos Castaneda.

E adesso che abbiamo capito come prendere coscenza dello stato onirico, vediamo alcune attività a cui potete dedicarvi nei vostri sogni lucidi. Seguitemi!

Leggi anche: Dieci libri per aprire la mente

sogni lucidiCosa fare durante un sogno lucido

Nei sogni lucidi ci si può letteralmente sbizzarrire. Si può fare davvero di tutto: dall’interazione con i personaggi del sogno alla creazione di un’opera d’arte. Ad ogni modo, le attività più comunemente praticate durante i sogni lucidi con ogni probabilità sono – neanche a dirlo – il sesso e il volo. Resta il fatto che aldilà dell’attività a cui ci si sta dedicando, l’ostacolo maggiore è rappresentato dal mantenimento dallo stato di lucidità durante tutto il corso del sogno.

Qui di seguito potete trovare qualche spunto.

1. Trasformatevi

Che aspetto ha il mondo visto da un maialino? Facile: potete scoprirlo durante uno dei vostri sogni lucidi. Se non vi piace l’idea di trasmorvarvi in un maialino, potete optare per una tigre, oppure una cosa inanimata come il vento, oppure ancora un essere di sesso opposto al vostro, per cui se siete uomini vi trasformerete in donne e, viceversa, se siete donne vi trasformerete in uomini.

2. Interagite con gli esseri che popolano il vostro sogno

Quando si tratta di interagire con le creature che popolano i nostri sogni la domanda sorge spontanea: che cosa sono queste creature? Sono aspetti di me o si tratta di esseri in qualche modo esterni alla mia coscienza? A questo riguardo voglio darvi un suggerimento: ponete questa stessa domanda agli esseri in cui vi imbattete. Ma prestate attenzione, alcuni di loro sono piuttosto stupidi, mentre altri hanno un livello di intelligenza e autonomia di pensiero davvero sorprendenti.

3. Create un’opera d’arte

L’espressione opera d’arte può essere intesa qui in un senso molto lato. Può trattarsi infatti di un dipinto, oppure della trama di un libro, oppure ancora dell’arredamento della vostra abitazione. La scelta dipende ovviamente dalle vostre esigenze. Per procedere, in questo caso, è sufficiente esprimere durante il sogno l’intenzione di creare un’opera d’arte. Potete dunque prendere in mano un pennello e una tela virtuali e, se del caso, cominciare a dipingere. Non dimenticate infine di fare una fotografia mentale della vostra creazione, che potrà tornarvi utile nel mondo della veglia.

Leggi anche: Sette cose da fare in un sogno lucido

I benefici del sogno lucido

Gli stregoni considerano il sognare come un’arte estremamente raffinata, l’arte di spostare a volontà dalla sua posizione abituale il punto di unione per intensificare e ingrandire la portata di quel che si può percepire.

C. Castaneda

I benefici che possono derivare dall’esperienza dei sogni lucidi sono anch’essi moltissimi. Si tratta di benefici facilmente deducibili da quanto abbiamo detto finora, e che sono intimamente connessi alla natura stessa dei sogni lucidi.

Il primo grande beneficio che deriva dalla pratica dei sogni lucidi è un’accresciuta consapevolezza nella vita di tutti i giorni. Dopo aver praticato i primi sogni lucidi, sarà naturale chiedersi anche durante la vita di veglia: sono sveglio o sto sognando? Sto vivendo o qualcosa mi sta vivendo? Quanto è reale la realtà?

Un secondo aspetto che risulterà incredibilmente amplificato dall’esperienza dei sogni lucidi è la creatività. Interagire con i propri sogni aiuta in primo luogo a percepire la realtà come una sostanza fluida e malleabile. A ciò si aggiunga che il nostro mondo onirico non è governato dalle comuni leggi dello spazio-tempo: lì possiamo volare, creare cose dal nulla, trasformarci in animali, visitare luoghi fantastici…

Il sogno lucido aiuta a guarire. Il termine guarigione qui non deve essere inteso in senso fisico, bensì in un senso molto sottile e – passatemi il termine – spirituale. Intendiamoci, credo che in una certa misura in sogno sia anche possibile guarire da qualche acciacco fisico… Ma non ho molte prove da addurre in questo senso. Qui faccio piuttosto riferimento al fatto che in sogno possiamo interagire direttamente con i nostri simboli, con i nostri archetipi, che molto spesso racchiudono la chiave per guarire un determinato trauma o per superare un blocco emotivo.

Un quarto grande beneficio che possiamo ricavare dall’esperienza dei sogni lucidi è un’accresciuta conoscenza di sé. La nostra dimensione psichica non si esaurisce nelle cose che ci diciamo durante la veglia, o nel modo in cui interagiamo con il prossimo – con il partner o un amico ad esempio – ma si estende in profondità nei paesaggi popolati da simboli e archetipi del nostro mondo onirico. Il sogno lucido ci permette di familiarizzare con questi elementi e di conoscere aspetti di noi di cui probabilmente non sospettavamo nemmeno l’esistenza.

Concludo quest’articolo formulando la seguente richiesta a te che leggi: sentiti assolutamente libero di raccontare nei commenti un sogno che hai fatto di recente o che ti ha particolarmente colpito. Mi piace collezionare esperienze oniriche!

Leggi anche: Dieci film magici

 

+ Non ci sono commenti

Aggiungi il tuo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.