Esercizi di consapevolezza


21 domande per espandere la consapevolezza e acquisire chiarezza mentale

Le domande sono un incantesimo potentissimo, in grado di spezzare i vincoli della contingenza e della necessità. Tra noi e la nostra capacità di vedere, infatti, spesso si interpone un fitto strato di nebbia mentale, fatto di bugie, burocrazia mentale, convinzioni autolimitanti, paure, sensi di colpa. Ecco che porsi le domande giuste significa creare le premesse per una reale e concreta espansione della propria consapevolezza.

Premessa. Consapevolezza è un termine bistrattato.

Ci sono tanti modi di essere consapevoli infatti. E ci sono diversi livelli di consapevolezza. Qui il termine consapevolezza viene inteso come la capacità di guardare in faccia la realtà senza autoinganni e distorsioni, come la capacità di rendersi conto di qualcosa che ci riguarda da vicino, intimamente. Le sue componenti principali sono la chiarezza mentale, l’ascolto, la ricettività. In questa prospettiva, la consapevolezza è una facoltà che ha un enorme potere liberatorio e costituisce l’ingrediente basilare per innescare un reale sviluppo personale.

Altra piccola premessa. Una regola del content marketing mi imporrebbe di spendere dei paroloni sull’importanza di essere consapevoli e su un metodo miracoloso per cambiare la propria esistenza in un istante, per poi rivelare soltanto verso il finale un’infima ideuzza, un niente per così dire. Io però, che considero le regole del marketing uno strumento diabolico, scelgo di suggerirvi sin da subito delle domande che potreste porre a voi stessi e che – se sarete sinceri nelle vostre risposte – potranno portarvi a fare delle scoperte straordiarie. Provare per credere.

Cominciamo.

Ecco una serie di domande con cui potete cominciare il vostro diario personale oggi:

1) Per me libertà interiore significa…

2) Se facessi della mia libertà interiore una delle mie priorità nella vita…

3) Se imparassi a stare da solo con me stesso…

4) Adesso che esploro le mie dipendenze (emotive, affettive, sessuali, ecc.), scopro che…

5) Una cosa che considero estremamente benefica per la mia psiche e che di solito non faccio per pigrizia…

5) Se provassi ad uscire dalla mia zona di comfort…

6) E se oggi provassi ad assumere un atteggiamento più creativo rispetto alla mia esistenza…

7) Avere un atteggiamento mentale aperto rispetto alla vita significa…

8) Se prendessi in considerazione prospettive che non ho mai considerato o a cui non ho mai pensato…

lezioni di consapevolezza

9) Quando provo a fare silenzio (mentale), mi accorgo che…

10) Se considerassi la possibilità di…

11) Se io fossi davvero libero (ma davvero libero), aldilà delle circostanze in cui ora mi trovo, la mia vita avrebbe il seguente aspetto…

12) Adesso provo ad immaginare di avere a disposizione infinite possibilità, infinite soluzioni, infinite alternative…

13) Se portassi più avventura nella mia vita o nella mia giornata…

14) Se provassi ad assumere una mentalità possibilista rispetto alla vita…

15) Io non ho paura dei miei pensieri e provo a mettere più consapevolezza in quella vocina interiore che mi dice che non ce la farò e che io non sono abbastanza…

16) La pazienza è una virtù, che non ha niente a che vedere con la sopportazione o la rassegnazione…

17) Se oggi facessi dell’azione una priorità…

18) Per un attimo provo a mettere da parte tutte le mie aspettative…

19) Sono estremamente curioso e scelgo di distaccarmi da me stesso, di ascoltare per un momento le mie convinzioni autolimitanti e le cosidette profezie che si autoavverano…

20) Per amare significa…

21) Ma io, adesso, cosa voglio?

E mi raccomando, siate sinceri.

 

Leggi anche: Il mito di Medusa e lo sguardo che apre la mente

 

+ Non ci sono commenti

Aggiungi il tuo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.